I Soci hanno votato l'ingresso nel gruppo Iccrea


I SOCI HANNO VOTATO L'INGRESSO NEL GRUPPO ICCREA

Entrando in Iccrea, a seguito della riforma del credito cooperativo, il principale istituto della valmusone potrà investire sul territorio con ancora più margini 

Da domenica 16 dicembre la Banca di Filottrano è entrata ufficialmente nel gruppo Iccrea, la decisione è stata presa a maggioranza bulgara dai soci presenti all’assemblea ordinaria e straordinaria che si è svolta in un gremito palabaldinelli di Osimo.Già all’assemblea di maggio, il primo istituto di credito della valmusone aveva manifestato l’intenzione di rimanere nel gruppo Iccrea Banca (di cui era socio), assieme alla maggioranza delle BCC marchigiane.

Per una banca in salute e con numeri importanti come quella di Filottrano non è stata una scelta presa a cuor leggero, ma il frutto di una visione di gruppo e di quanto stabilito dalla riforma del credito cooperativo varata nel 2016 dall’allora governo Renzi. Scopo della riforma è di creare le condizioni per una maggiore stabilità, efficienza e sinergia, senza cancellare la storia, la natura e la vocazione localistica del credito cooperativo. Con l’organizzazione a “gruppo” la Banca di Filottrano continuerà la sua missione, cioè la sua attività di sempre, con la differenza, rispetto a prima, che ora ha la forza di 142 BCC che hanno aderito al gruppo bancario Iccrea. Tutte insieme presentano numeri importantissimi: 147,8 miliardi di attivo, 93,3 miliardi di impieghi lordi, 102,4 miliardi di raccolta diretta e un patrimonio di 11,5 miliardi; dati che testimoniano la vivacità, ma anche la solidità complessiva del gruppo. Completano la sequenza numerica i 750.000 soci e 1.738 Comuni serviti dalle BCC con una rete di 2.570 filiali al servizio di oltre 4,2 milioni di clienti. Il gruppo Iccrea con questi numeri sarà il quarto gruppo bancario nazionale e sarà soggetto alla vigilanza della BCE, un’ulteriore garanzia quindi per tutti i clienti. La Banca di Filottrano proprio in virtù di una gestione sana e prudente, che ha sempre contraddistinto la sua attività, con il nuovo ingresso in Iccrea non vedrà intaccata la propria autonomia ed anzi potrà contare su maggiori margini di investimento per sostenere il territorio, in particolar modo le famiglie e le imprese. Lo ha ribadito nel suo intervento Andrea Di Stefano, responsabile delle relazioni esterne del Gruppo Iccrea. Le banche di credito cooperativo continueranno ad adottare il modello di governancetradizionale, basato sulla presenza del consiglio di amministrazione, del collegio sindacale e del direttore generale. Gli esponenti delle banche continueranno ad essere nominati dall’Assemblea dei soci. I poteri del Consiglio di Amministrazioneresteranno sostanzialmente gli stessi di sempre.

L’ingresso in Iccrea – ha sottolineato il presidente Luciano Saraceni – non cambierà il nostro modo di fare banca, ma ci consentirà di continuare a servire nel modo più efficace e completo soci e clienti, che restano l’anima del nostro istituto.La riforma è stata voluta per rendere più sicuro tutto il mondo del credito cooperativo grazie al sistema di garanzie incrociate che tutelerà al massimo la solidità delle nostre banche. Quelle già in salute, come ad esempio la nostra, pur non avendo questo tipo di preoccupazione hanno deciso di entrare in Iccrea non solo perché è stato stabilito dalla riforma, ma perché spinte da una visione di gruppo e dal vero spirito che anima il credito cooperativo. Da soli non si può crescere più di tanto, ma insieme si possono raggiungere traguardi importanti e garantire più risorse al territorio, che rimane il nostro principale interlocutore perchè noi della Banca di Filottrano siamo sempre dalle tue parti, dalla tua parte, come recita il nostro slogan che ci accompagna ormai da anni.

Con l’assemblea del 16 dicembre si è provveduto a modificare lo statuto della Banca di Filottrano per adeguarlo a quello di Iccrea, è stato adottato un nuovo regolamento assembleare e approvato il contratto di coesione.“Con questa scelta – ha concluso Saraceni - abbiamo l'opportunità di lasciare a chi verrà dopo di noi un'esperienza unica in Italia e nel mondo. Un modello di gruppo bancario che vive di partecipazione e di condivisione e crea una realtà forte e alternativa per il risparmio e per il sostegno alla crescita del nostro Paese. Lo stiamo facendo insieme e lo potremo fare a lungo e sempre meglio, ma solo con il coinvolgimento di tutti”.



Banca di Filottrano SC - P.za Garibaldi 26 - 60024 Filottrano (AN) - Cod. Fisc. 00135400422 - P.IVA 15240741007 | Reg. imprese di AN n. 2733 - R.E.A. n. 38297 - PEC: bcc.filottrano@legalmail.it - Iscritta all'Albo delle banche e aderente al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea iscritto all'Albo dei Gruppi Bancari con capogruppo Iccrea Banca S.p.A., che ne esercita la direzione e il coordinamento.
2004-2019 Banca Multicanale - web by dagomedia